Logo Marconi-Hack

Visite: 232

Il docente di “Disegno, progettazione ed organizzazione industriale” concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati di apprendimento relativi al profilo educativo, culturale e professionale:

  • padroneggiare l’uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell’ambiente e del territorio;
  • utilizzare, in contesti di ricerca applicata, procedure e tecniche per trovare soluzioni innovative e migliorative, in relazione ai campi di propria competenza;
  • analizzare criticamente il contributo apportato dalla tecnologia allo sviluppo dei saperi e al cambiamento delle condizioni di vita e dei modi di fruizione culturale;
  • intervenire nelle diverse fasi e livelli del processo produttivo, dall’ideazione alla realizzazione del prodotto, per la parte di propria competenza, utilizzando gli strumenti di progettazione, documentazione e controllo;
  • riconoscere e applicare i principi dell’organizzazione, della gestione e del controllo dei diversi processi produttivi;
  • orientarsi nella normativa che disciplina i processi produttivi del settore di riferimento, con particolare attenzione sia alla sicurezza sui luoghi di vita e di lavoro sia alla tutela dell’ambiente e del territorio.

Secondo biennio e quinto anno

I risultati di apprendimento sopra riportati, in esito al percorso quinquennale, costituiscono il riferimento delle attività didattiche della disciplina nel secondo biennio e quinto anno. La disciplina, nell’ambito della programmazione del Consiglio di classe, concorre in particolare al raggiungimento dei seguenti risultati di apprendimento, relativi all’indirizzo, espressi in termini di competenze:

  • documentare e seguire i processi di industrializzazione
  • gestire e innovare processi correlati a funzioni aziendali
  • gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali della qualità e della sicurezza
  • organizzare il processo produttivo, contribuendo a definire le modalità di realizzazione, di controllo e collaudo del prodotto
  • individuare e utilizzare gli strumenti di comunicazione e di team working più appropriati per intervenire nei contesti organizzativi e professionali di riferimento

L’articolazione dell’insegnamento di “Disegno, progettazione e organizzazione industriale” in conoscenze e abilità è di seguito indicata quale orientamento per la progettazione didattica del docente in relazione alle scelte compiute nell’ambito della programmazione collegiale del Consiglio di classe.

Secondo biennio
Conoscenze Abilità

Tecniche e regole di rappresentazione.

Tolleranze di lavorazione, di forma e di posizione.

Rappresentazione convenzionale dei principali sistemi di giunzione.

Elementi per la trasmissione del moto.

Elementi meccanici generici.

CAD 2D/3D e Modellazione solida.

Rappresentazione convenzionale o codificata di elementi normalizzati o unificati.

Vision e mission dell’azienda.

Modelli organizzativi aziendali e relativi processi funzionali.

Processi di selezione, formazione, sviluppo, organizzazione e retribuzione delle risorse umane.

Funzioni aziendali e contratti di lavoro.

Strumenti di contabilità industriale/gestionale.

Elementi di marketing, analisi di mercato, della concorrenza e di posizionamento aziendale.

Tecniche di approccio sistemico al cliente e al mercato.

Gli strumenti di comunicazione efficace e le tecniche di negoziazione.

Metodi per la scomposizione del progetto in attività e task.

Tecniche di Problem Solving.

Organigrammi delle responsabilità e delle relazioni organizzative.

Matrici Compiti/Responsabilità.

Strumenti e metodi di pianificazione, monitoraggio e coordinamento del progetto.

Normative di settore nazionali e comunitarie sulla sicurezza personale e ambientale.

Produrre disegni esecutivi a norma.

Applicare le normative riguardanti le tolleranze, gli accoppiamenti, le finiture superficiali e la rappresentazione grafica in generale, in funzione delle esigenze della produzione.

Effettuare una rappresentazioni grafiche utilizzando sistemi CAD 2D e 3D.

Applicare correttamente le regole di dimensionamento e di rappresentazione grafica, con esempi di simulazione per proporzionamento di organi meccanici.

Applicare le normative di riferimento alle rappresentazioni di schemi elettrici, elettronici, meccanici, termici, pneumatici, oleodinamici.

Definire le principali strutture e funzioni aziendali e individuarne i modelli organizzativi.

Utilizzare strumenti di comunicazione efficace e team working.

Individuare ed analizzare gli obiettivi e gli elementi distintivi di un progetto.

Individuare gli eventi, dimensionare le attività e descrivere il ciclo di vita del progetto.

Gestire rapporti personali e condurre gruppi di lavoro.

Produrre la documentazione tecnica del progetto.

Utilizzare lessico e fraseologia di settore, anche in lingua inglese.

Applicare le normative sulla sicurezza personale e ambientale.

Quinto anno
Conoscenze Abilità
Innovazione e ciclo di vita di un sistema produttivo.

Tipi di produzione e di processi.

Tipologie e scelta dei livelli di automazione.

Piano di produzione.

Attrezzature di bloccaggio, per la lavorazione delle lamiere, oleodinamiche e pneumatiche, elementi normalizzati.

Strumenti della produzione assistita.

Funzione delle macchine utensili, parametri tecnologici. Abbinamento delle macchine e delle attrezzature alle lavorazioni.

Funzione del cartellino e del foglio analisi operazione.

Tecniche e strumenti del controllo qualità.

Strumenti della programmazione operativa.

Lotto economico di produzione o di acquisto.

Gestione dei magazzini, sistemi di approvvigionamento e gestione delle scorte.

Caratteristiche della catena e del contratto di fornitura.

Ciclo di vita del prodotto/impianto.

Tecniche di trasferimento tecnologico per l’innovazione di processo e prodotto/impianto.

Normativa sulla proprietà industriale e convenzioni internazionali su marchi, design e brevetti.

Certificazioni aziendali relative a qualità, ambiente e sicurezza.

Diagramma dei vincoli, tecniche e strumenti di programmazione, controllo e verifica degli obiettivi. Diagrammi causa-effetto.

Tecniche di simulazione e procedure di collaudo con software dedicati.

Prototipazione rapida e attrezzaggio rapido.

Mappe concettuali per sintetizzare e rappresentare le informazioni e la conoscenza di progetto.

Normativa nazionale e comunitaria e sistemi di prevenzione e gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Terminologia tecnica di settore, anche in lingua inglese.
Documentare progetti o processi produttivi in grado di realizzare gli obiettivi proposti.

Progettare attrezzature, impianti e organi meccanici e idraulici.

Definire e documentare il ciclo di fabbricazione / montaggio / manutenzione di un prodotto dalla progettazione alla realizzazione.

Scegliere macchine, attrezzature, utensili, materiali e relativi trattamenti anche in relazione agli aspetti economici.

Utilizzare tecniche della programmazione e dell’analisi statistica applicate al controllo della produzione.

Applicare i principi generali delle più importanti teorie di gestione dei processi.

Applicare metodi di ottimizzazione ai volumi di produzione o di acquisto in funzione della gestione dei magazzini e della logistica.

Gestire rapporti con clienti e fornitori.

Identificare obiettivi, processi e organizzazione delle funzioni aziendali e i relativi strumenti operativi.

Valutare la fattibilità del progetto in relazione a vincoli e risorse, umane, tecniche e finanziarie.

Pianificare, monitorare e coordinare le fasi di realizzazione di un progetto.

Utilizzare mappe concettuali per rappresentare e sintetizzare le specifiche di un progetto.

Realizzare specifiche di progetto, verificando il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Redigere relazioni, rapporti e comunicazioni relative al progetto.

Utilizzare la terminologia tecnica di settore, anche in lingua inglese.

Torna su